Come si tratta il dolore

L’importanza di curare il dolore in maniera adeguata è fondamentale sia per il benessere della persona che della società intera. Difatti il dolore non curato impatta negativamente sia sulla qualità di vita del malato e della sua famiglia, ma anche sull’intera comunità, gravando la società di costi diretti e indiretti.
Oggi la ricerca ha messo a disposizione dei medici diversi approcci terapeutici, quali:


  • terapie non farmacologiche, che comprendono la terapia fisica e manuale;
  • terapie farmacologiche;
  • tecniche chirurgiche specifiche;
  • tecniche di analgesia e anestesia locale.

Le terapie farmacologiche vengono utilizzate secondo un approccio che prevede la via di somministrazione più semplice (cioè quella orale) ad orari fissi (per poter dare una copertura adeguata per tutte le 24 ore) e secondo una scala d’intensità del dolore (dolore lieve, moderato, severo).
Le tecniche chirurgiche invasive o mini-invasive rappresentano il quarto livello e, salvo situazioni particolari dove questo approccio debba essere fatto come prima scelta, si utilizzano al fallimento delle precedenti opzioni. Le tecniche di analgesia e anestesia locale permettono di agire nei siti di dolore, bloccando in modo reversibile la conduzione nervosa a livello locale.